Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

DECRETO CURA-ITALIA DEL 17 MARZO 2020. PROCEDURE STRAORDINARIE E TEMPORANEE CONNESSE ALLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA.

Pagamento in misura ridotta del 30%: Cosa Cambia Fino Al 31 Maggio 2020

L’articolo 202 del Codice della Strada prevede che per le violazioni per le quali è stabilita una sanzione amministrativa pecuniaria, il trasgressore è ammesso a pagare, entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notifica, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Tale somma è ridotta del 30% se il pagamento è effettuato entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica (salvo eccezioni). Tuttavia, vista l’emergenza Coronavirus, l’art. 108 comma 2 del Decreto Cura-Italia ha disposto che dal 17 marzo al 31 maggio 2020 lo sconto sulla sanzione pari al 30%, si applica anche se il pagamento viene effettuato entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica della violazione. La previsione ha efficacia anche nei confronti di tutti i verbali notificati a far data dal 12 marzo 2020 (e ciò in quanto il termine dei 5 giorni per il pagamento ridotto ha scadenza il 17/03/2020). La misura potrà essere estesa qualora siano previsti ulteriori termini di durata delle misure restrittive.

Notifica, Pagamento e Ricorso Multa: La Circolare Del Ministero Dell’interno

Il provvedimento si aggiunge alle disposizioni in materia emanate dal Ministero dell’Interno con una circolare del 13 marzo 2020, secondo cui sono sospesi dal 10 marzo al 3 aprile 2020, sull’intero territorio nazionale, i termini di notifica ai processi verbali al Codice della Strada, di esecuzione del pagamento in misura ridotta, di svolgimento di attività difensive e per la presentazione di ricorsi. Ovviamente per la situazione specifica menzionata nel paragrafo precedente resta valido quanto disposto dall’articolo 108 comma 2 del Decreto Cura-Italia.

Novità nelle Modalità di Notifica

Sempre per assicurare l’adozione delle misure di prevenzione della diffusione del virus Covid-19 a tutela dei lavoratori del servizio postale e dei destinatari degli invii postali, fino al 30 giugno 2020 la notifica dei verbali a domicilio è organizzata con la seguente modalità (art. 108 comma 1 del Decreto Cura-Italia): gli operatori postali procedono alla consegna della ‘busta verde’ mediante preventivo accertamento della presenza del destinatario o di persona abilitata al ritiro ma senza raccoglierne la firma, con successiva immissione della busta nella cassetta della corrispondenza (dell’abitazione, dell’ufficio o dell’azienda, al piano o in altro luogo, presso il medesimo indirizzo, indicato contestualmente dal destinatario o dalla persona abilitata al ritiro). La firma è apposta dall’operatore postale sui documenti di consegna in cui è attestata anche la suddetta modalità di recapito.”

Incontra la tua Polizia Municipale Sabato 27 maggio 2017 in Piazza Garibaldi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00.

Che cos'è un Open Day?

E' un momento di festa assieme ai nostri cittadini, con i quali condividiamo i problemi ma anche i lati positivi della comunità che siamo chiamati a tutelare.

Perchè un Open Day?

Per trasmettere l’immagine di una polizia locale più vicina ai cittadini, per coinvolgerli; organizzare un momento di incontro nelle strade e nelle piazze rappresenta una grande opportunità di promozione per il lavoro ed il ruolo svolto della polizia locale. Speriamo che questo appuntamento diventi rituale e che possa coinvolgere sempre di più cittadini di ogni età. Quest'anno potrai provare il simulatore di ribaltamento veicolo e gli occhiali che simulano l'ebbrezza, visionare le nostre strumentazioni, risolvere quiz che ti danno diritto a ricevere un kit di luci per la bicicletta, ricevere informazioni sulla nostra attività, avere in omaggio opuscoli in materia di educazione stradale sia per i più piccoli che per gli adulti.

Flyer Celebrazione di San Sebastiano

Anche la Polizia Municipale ha un Santo patrono: si tratta di San Sebastiano martire, comandante dei pretoriani vissuto attorno al 300 d.c. e messo a morte dall'imperatore Diocleziano.
Recita il Breve Pontificio di Pio XII: "… San Sebastiano… durante l'impero di Diocleziano fu comandante della corte pretoriana e fu onorato con grandissima devozione (omissis)…. a lui come patrono si consacrano molte associazioni sia militari che civili attratte dal suo esempio e dalle virtù cristiane (omissis)…. per cui (omissis) costituiamo e dichiariamo per sempre San Sebastiano Martire custode di tutti i preposti all'ordine pubblico che in Italia sono chiamati "Vigili Urbani" e Celeste Patrono… ".
Sebastiano, comandante dell'allora polizia urbana, ovvero i pretoriani, era molto impegnato nell'assistenza e nell'aiuto di poveri e bisognosi. Contribuì inoltre alla conversione del Prefetto di Roma e di illustri magistrati ed ufficiali dell'esercito.
Scoperto mentre dava sepoltura ai Quattro Coronati (i Santi Claudio, Nicostrato, Castoro e Simproniano), fu sottoposto ad un processo sommario e condannato a morte mediante il supplizio delle frecce. Durante la notte, i cristiani che si recarono nel campo a recuperare la salma per la sepoltura si accorsero che Sebastiano era ancora vivo, così lo prelevarono da lì e si presero cura di lui. Riacquistata miracolosamente la salute dopo le cure di una nobile romana, per testimoniare la propria fede, si recò nel tempio di Ercole dove l'Imperatore Diocleziano stava officiando un rito pubblico. Arrestato e condotto all'Ippodromo del Palatino, fu ucciso a bastonate: una delle forme più umilianti di pena capitale usata solo per gli schiavi.
Si ritiene che questo legame con le armi abbia favorito il moderno patronato sui Vigili Urbani che ne celebrano la festività il 20 gennaio, giorno del martirio.
Come ogni anno la Polizia Municipale dell’Alto Ferrarese festeggia questa ricorrenza, unitamente ai colleghi dei Comuni di Cento e Vigarano Mainarda, con l’obbiettivo di riflettere sulla attività prestata e sulle esigenze dei cittadini, esplicitando gli obbiettivi per l’anno che è appena cominciato.
Proprio per suggellare la vicinanza tra i Corpi dei Comuni del territorio dell’Alto Ferrarese, da anni la celebrazione viene ospitata a rotazione dai vari Municipi: quest’anno si svolgerà a Bondeno in Piazza Garibaldi a partire dalle ore 10.30.